Bambini Bilingue - Settimana #5

Bambini Bilingue - Settimana #5

Benvenuti alla settimana numero CINQUE di bambini bilingue! La scorsa settimana ho parlato con molte mamme che stanno crescendo i loro bambini bilingue e ho chiesto loro di condividere con noi le loro sfide. Sono state tutte molto gentili nell’essere oneste sugli ostacoli che devono affrontare e questa settimana ho chiesto loro di parlarmi dei diversi approcci che utilizzano.

Alcune famiglie preferiscono un approccio strutturato, altre invece adottano uno stile più rilassato. Pensate attentamente quale categoria si adatta di piu’ alla vostra famiglia, potete sempre provare un metodo e se non funziona potete passare ad un altro. Vi raccomando di non farlo troppe volte perché la maggior parte dei bambini ama una certa coerenza. 

Designed by Freepik

Designed by Freepik

Pensate a ciò che i vostri figli fanno gia’ su base settimanale. Se sapete che a loro piace una certa struttura in alcune attività potrebbero anche preferire un approccio strutturato  nell'apprendimento delle lingue. I bambini spesso amano sapere che c'è una regola da seguire e questo succede anche per le lingue, sapere quale lingua parlare e con chi. O forse funziona meglio che parliate tutti la lingua minoritaria ma sempre in un certo posto o una certa situazione. Dipende tutto da voi.

Noi abbiamo sempre usato il metodo OPOL dove io parlo inglese ai miei figli e mio marito parla sempre in italiano. Se dico qualcosa in italiano, vengo sgridata perché sono abituati a parlarmi solo in inglese anche se loro sanno che capisco l'italiano.

L'uso della lingua minoritaria a casa è considerato uno dei modi migliori per insegnare ai bambini. Ovviamente c’e’ il bisogno che tutti siano in grado di parlarla, quindi questo dipende anche dal fatto che si possa alienare uno dei genitori o uno dei membri della famiglia qualora non parlassero quella lingua.

Quindi, prima di tutto, diamo un'occhiata ai commenti delle madri che hanno stanno crescendo i loro bambini bilingue e che amano usare la struttura nel loro apprendimento.

Approccio strutturato

"Il mio consiglio principale per le famiglie che intraprendono il viaggio bilingue è quello di definire esplicitamente i vostri obiettivi personali, in accordo con le esigenze dei vostri figli e con le risorse che siete disposti a investire. Il bilinguismo è un grande vantaggio per i bambini ed è stato dimostrato com’e’ benefico per il loro sviluppo. Stabilite una routine per esporre regolarmente i bambini alla lingua minoritaria e cercate di entrare in contatto con altre famiglie che parlano quella lingua. Poiché l'interazione significativa è la strada per l'apprendimento della lingua, lavorate per creare opportunità sociali con altri persone che parlano la lingua, preferibilmente in diversi contesti per fornire un vocabolario ricco e vario. Ad esempio, leggete libri ai vostri figli, giocate con loro a giochi in scatola, partecipate alle associazioni culturali locali della lingua di minoranze, organizzate degli incontri di gioco con altri bambini che parlano la lingua, abbonatevi alle riviste per ragazzi/e; se possibile, pianificate viaggi regolari nel paese di destinazione. Ci possono essere periodi difficili o si possono incontrare delle resistenze, non arrenderti! Troverete grande sostegno e motivazione nella comunità dei genitori di bambini bilingue e sicuramente una grande quantità di consigli pratici."  Paola: TheElephantMum.com Instagram: @theelephantmum

"Per noi sono importanti i benefici di lungo termine e mantenere una certa coerenza, Matteo (mio marito) ha voluto fortemente che i ragazzi potessero parlare italiano e gli parlava , gli  leggeva, gli faceva guardare TV e film sempre e solo in italiano. Abbiamo visto un miglioramento marcato negli ultimi 12-18 mesi, direi, soprattutto dopo aver trascorso quattro settimane in Italia la scorsa estate. Ci sono voluti sei anni e capiscono tutto, ma parlare è ancora impegnativo. A un certo punto vorremmo che iniziassero a scrivere in italiano, ma ci stiamo concentrando prima sull'inglese per la scuola, penso che sia una curva di apprendimento continua e va bene cosi’, sono ancora così giovani".  Laura MummyLauretta.com  Instagram: @mummylauretta 

"Sono francese e sto allevando i miei figli in francese e inglese. L'inglese è la loro prima lingua ma tutti capiscono il francese: e’ stato piuttosto semplice con il mio primo figlio: parlavo francese solo con lui e mio marito gli parlava inglese. È stato molto più difficile con le mie tre ragazze, dato che avevano fratelli che avrebbero parlato loro in inglese  mentre io le parlavo in francese, o addirittura traducevano per me. La comprensione delle ragazze è buona, ma la loro scioltezza nel parlare la seconda lingua non è ltrettanto buona come il primogenito alla stessa età".  Mel Lecoindemel.com   Instagram: @lecoindemel

"Vivevamo a Parigi da due anni e mandavamo i nostri figli in una scuola bilingue. Dopo due anni i ragazzi erano abbastanza fluenti, passavano facilmente dal francese all'inglese, e ora che siamo tornati a Londra, sto cercando di mantenere vivo il loro francese parlato. Un amico francese, viene a casa nostra e parla ai nostri figli in francese una volta alla settimana. Il papa’ del miglior amico di mio figlio è francese e parla con mio figlio in francese.  Stiamo cercando di mantenere viva la lingua per loro. Un'altra lingua è un dono straordinario. Ahimè, Io invece anche dopo le lezioni settimanali di francese a Parigi, non sono mai arrivata a quel livello di francese che desideravo, ma ho raggiunto quello che chiamo “Cavarlmela in francese!".  Tootingmama.com   Instagram: @tootingmama

Designed by Freepik

Designed by Freepik

Approccio rilassato

"Stiamo allevando i nostri figli in inglese e in francese (mio marito è mezzo francese). Abbiamo scoperto che ogni bambino è così diverso, quindi il mio consiglio è di provare davvero a trattare il bambino come un individuo. Il mio primogenito parla poco e non ha avuto alcun interesse a impararlo fino a poco tempo fa quando ha iniziato la scuola, quindi per lui stiamo aggiungendo parole in maniera velata in modo che non se ne accorga. La mia seconda (ha 3 anni) ha un ottimo livello di francese per la sua età ma lei parla solo a papà in francese quando non ci sono e non le piace davvero parlarmi in francese. La mia terza (ha 2 anni) è la nostra bambina francese che scambia le lingue tutte le volte vuole e non le importa a chi sta parlando francese".  Carol Clarke  Ajourneytoalifetime.com  Instagram: @ajourneytoalifetime

"Sono per metà greca e sebbene Lily abbia solo 3 anni, ho già iniziato a insegnarle il greco, lei può già dire alcune frasi chiave".  Happymummy.co.uk  

"Sono francese, sposata con un irlandese, e viviamo sulla costa orientale dell'Irlanda con i nostri quattro bambini bilingue. Ho sempre parlato con loro in francese, la mia scusa era piuttosto facile. Dicevo loro che  non sapevo parlare il linguaggio dei bambini in inglese. Inoltre la mia famiglia in Francia non mi avrebbe mai perdonata se i miei figli non avessero parlato francese!     Tutti e quattro lo hanno imparato abbastanza bene, ma poiché viviamo in un paese di lingua inglese, il loro inglese è molto più forte del loro francese, specialmente in termini di vocabolario. Devo stare attenta pero’, perché spesso ricorro all'inglese per parlare con loro, poiché le parole mi vengono più facili e più veloci in inglese che in francese. Trascorriamo pero’ le estati con la mia famiglia in Francia e il loro francese migliora in modo esponenziale in quelle poche settimane. La cosa divertente è che anche il loro inglese migliora!" Annette   FourAcorns.ie  Instagram: @four_acorns

Buon Mercoledi - Happy Wednesday! 

Come potete vedere ci sono molti modi per rendere l'apprendimento della lingua adatto alla vostra famiglia. Una volta che avete trovato il vostro metodo applicatelo con constanza, anche se si tratta di una regola semplice come quella di utilizzare la lingua desiderata in macchina quando si guida per portare i bambini a scuola.

I bambini sono bravi ad adattarsi a queste regole invisibili e per loro diventa una cosa naturale molto rapidamente. Ricordatevi che i bambini al di sotto dei tre anni, non possono parlare correttamente in nessuna lingua a questa età. Quindi, per favore non perdetevi d'animo e non pensate che non funzioni solamente perché non hanno ancora parlato la lingua minoritaria. Svilupperanno una comprensione innata di ciò che state dicendo, ma non saranno in grado di esprimerlo da soli e non avranno ancora la fiducia di essere capaci di farlo.

La prossima settimana avremo l'ultimo post delle nostre sagge madri bilingue. Daranno consigli su come mantenere fede nell’apprendimento, ci parleranno delle loro esperienze da espatriate  e le ragioni per cui ritengono importante per i bambini imparare le lingue.

Seguiteci la prossima settimana per saperne di più!

Ciao ciao!

Kristie

Bambini-bilingue.JPG